Come abbonarsi Se hai acquistato il servizio e lo hai già attivato inserisci i tuoi dati Come abbonarsi Sei abbonato ma non ti sei ancora attivato?
Entra
Come abbonarsi Non sei ancora abbonato e vuoi sapere come fare?
Come abbonarsi
Scheda Prodotto
 
Decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 633
Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana 11 novembre 1972, n. 292

Istituzione e disciplina dell'imposta sul valore aggiunto. [TU IVA]

TITOLO 2 Obblighi dei contribuenti
Articolo 22
Commercio al minuto e attività assimilate

Testo in vigore dal 30 giugno 2019


1. L'emissione della fattura non è obbligatoria, se non è richiesta dal cliente non oltre il momento di effettuazione dell'operazione:

1) per le cessioni di beni effettuate da commercianti al minuto autorizzati in locali aperti al pubblico, in spacci interni, mediante apparecchi di distribuzione automatica, per corrispondenza, a domicilio o in forma ambulante;

2) per le prestazioni alberghiere e le somministrazioni di alimenti e bevande effettuate dai pubblici esercizi, nelle mense aziendali o mediante apparecchi di distribuzione automatica;

3) per le prestazioni di trasporto di persone nonché di veicoli e bagagli al seguito;

4) per le prestazioni di servizi rese nell'esercizio di imprese in locali aperti al pubblico, in forma ambulante o nell'abitazione dei clienti;

5) per le prestazioni di custodia e amministrazioni di titoli e per gli altri servizi resi da aziende o istituti di credito e da società finanziarie o fiduciarie;

6) per le operazioni esenti indicate ai numeri da 1) a 5) e ai numeri 7), 8), 9), 16) e 22) dell' art. 10; (2)

6-bis) per l'attivita' di organizzazione di  escursioni,  visite  della  citta', giri turistici ed eventi similari, effettuati dalle agenzie di viaggi e turismo. (3)

6-ter ) per le prestazioni di servizi di telecomunicazione, di servizi di teleradiodiffusione e di servizi elettronici resi a committenti che agiscono al di fuori dell’esercizio d’impresa, arte o professione. (4)

6-quater) per le prestazioni di gestione del servizio delle lampade votive nei cimiteri. (8)

2. La disposizione del comma precedente può essere dichiarata applicabile, con decreto del Ministro delle finanze, ad altre categorie di contribuenti che prestino servizi al pubblico con carattere di uniformità, frequenza e importo limitato tali da rendere particolarmente onerosa l'osservanza dell'obbligo di fatturazione e degli adempimenti connessi.

3. Gli imprenditori che acquistano beni che formano oggetto dell'attività propria dell'impresa da commercianti al minuto ai quali è consentita l'emissione della fattura sono obbligati a richiederla. Gli acquisti di carburante per autotrazione effettuati presso gli impianti stradali di distribuzione da parte di soggetti passivi dell'imposta sul valore aggiunto devono essere documentati con la fattura elettronica. (7)

(1) (5) (6)

 

-----

(1) Il presente articolo è stato così sostituito dall' art. 1, D.P.R. 29.01.1979, n. 24.

(2) Il presentre numero è stato prima sostituito dall' art. 9, D.P.R. 31.03.1979, n. 94 con decorrenza dal 01.04.1979 e poi così modificato dall' art. 3, L. 17.01.2000, n. 7 (G.U. 21.01.2000, n. 16).

(3) Il presente numero è stato inserito dall'art. 2 D.L. 02.03.2012, n. 16 con decorrenza dal 02.03.2012, così come modificato dall'allegato alla legge di conversione L. 26.04.2012, n. 44 con decorrenza dal 29.04.2012.

(4) Il presente numero è stato aggiunto dall'art. 1, D.Lgs. 31.03.2015, n. 42, con decorrenza dal 03.05.2015 ed applicazione alle operazioni effettuate a partire dal 1° gennaio 2015.

(5) I soggetti che effettuano le operazioni di cui al presente articolo, possono optare per la memorizzazione elettronica e la trasmissione telematica all'agenzia delle entrate dei dati corrispettivi giornalieri a decorrere dal 1° gennaio 2016, in base a quanto disposto dall'art.2, comma 1, D.Lgs. 5 agosto 2015, n. 127.

(6) Ai sensi del Prv. 06.04.2016, prot. n. 49798, per l’anno 2015, i soggetti di cui al presente articolo sono esclusi dalla comunicazione delle operazioni attive di importo unitario inferiore a 3.000 euro, al netto dell’IVA.

(7) Il presente comma è stato così modificato dall'art. 1, comma 920, L. 27.12.2017, n. 205 con decorrenza dal 01.01.2018 ed applicazione indicata ai commi 916, 917 e 927 del medesimo articolo modificante.

(8) Il presente numero è stato aggiunto dall'art. 12 bis, D.L. 30.04.2019, n. 34, così come inserito dall'allegato alla legge di conversione, L. 28.06.2019, n. 58, con decorrenza dal 30.06.2019 ed applicazione dal 01.01.2019.


 
P.I. 00777910159 - © Copyright Il Sole 24 Ore - Tutti i diritti riservati